LA VOGLIA DI DIRLO

Guardare le nuvole che si rincorrono in cielo in una giornata ventosa come questa sarebbe bellissimo, pensava Alessandra.
Non poteva farlo, chiusa nel suo ufficio, da dove le arrivavano lontani i rumori della catena di montaggio.
Alessandra si poteva concedere dei lussi sul lavoro, tra cui quello di potere fare dire che era in riunione e non voleva essere disturbata.
Non mentiva.
Era in riunione con se stessa bambina e stava guardando fuori dalla finestra le nuvole.
Immaginando il vento sulla faccia e di essere sdraiata in un prato.
Dando loro forme e immagini che aveva dentro.
Doveva essere bellissimo avere qualcuno a cui raccontarlo.
Ma a chi lo poteva dire?
Nessuno, secondo lei, avrebbe capito.
Quindi perche’ guardare le nuvole?
Alessandra torna alla sua scrivania.
E il telefono riprende a squillare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...