le bugie

piccola citta’ bastardo posto…memorie Gucciniane erano nella testa di Alessandra mentre scorreva foto e messaggi di una “amica” che la metteva in avviso su Valerio.

Rifletteva Alessandra su queste informazioni elargite per vendetta o per gelosia, per cattiveria o semplicemente perche’ “anche a me è capitato”.

Eppure non aveva la forza di prendersela con Valerio, anzi, da questi scambi di messaggi con l’altra aveva tratto forza.

Semplicemente aveva capito che Valerio con lei era stato diverso.

Un altro ancora.

e aveva scosso la testa Alessandra, come per scacciare pensieri fastidiosi.

Niente di nuovo, lo sapeva gia’.

Sapeva che il suo Valerio era  una proiezione della sua mente, che poteva non essere quello delle foto, che con la sua mail poteva risalire al suo indirizzo ip e trovarlo.

Ma che gli fregava.

Alessandra si pettinava i capelli per uno che la abbraccia sul serio  adesso.

 Povero Valerio.

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...